Tutti blu per terra, Soundtrack

E così ho finito di scrivere il nuovo romanzo che si intitola “Tutti blu per terra”.
Ora ci saranno le riletture, le paranoie, le correzioni, le paranoie, la ricerca dell’editore, le paranoie, e se trovo l’editore ci saranno l’editing, le paranoie, la correzione di bozze, le paranoie, la pubblicazione, le paranoie, la promozione, le paranoie e poi chissà.
Come per le altre cose che ho scritto la musica ha un ruolo importante, mi accompagna nella ricerca, nell’immaginazione, entra nelle storie.
Per cui è l’unica cosa davvero pronta quando termina la prima stesura. Questa è la playlist del romanzo, tutti i brani tranne tre sono citati nel testo apertamente, sono brani che i miei personaggi ascoltano o cantano. Fanno eccezione i due pezzi dei Marlene Kuntz, che restano sullo sfondo in una connessione implicita nelle parole e S.U.N.S.H.I.N.E. di Rancore, che è sugli ideali titoli di coda di questo racconto che ho vissuto e rivivrò ancora.